Dio non esiste, gli Zen Circus sì

Suggerimento n°1: andate sul sito www.zencircus.it, studiate per bene le date del tour e sceglietene una. Fatevi un gran bel regalo e andate ad un loro concerto.

Suggerimento n°2: comprate/trovate/rubate ai vostri amici che già lo hanno Nati per subire. Davvero un grande album, merita un posto particolare tra i vostri cd/mp3.

Il mio regalo personale me lo sono fatto giovedì sera quando in un Lanificio159 pieno hanno suonato i tre ragazzi toscani.

Continue reading

Salotto Muzika – buona la prima!

Una loopstation su un tavolino di legno marrone, una chitarra per terra, borse sparse. Jacopo ancora non è sul palco. È sabato sera e fuori fa freddo, al Beba do Samba c’è il primo appuntamento di Salotto Muzika Roma, la rassegna organizzata dall’etichetta indipendente La Fabbrica sotto la direzione artistica di Andrea Ruggiero.

Sono davvero incuriosito da Iosonouncane alias Jacopo Incani. Non sono riuscito a vederlo in Salento durante l’Italia Wave Love Festival e dopo aver ascoltato il suo disco d’esordio La Macarena su Roma prodotto da La Famosa Etichetta Trovarobato (che tra l’altro si è appena aggiudicato la quattordicesima edizione del premio “Fuori dal Mucchio”, riconoscimento assegnato da “Il Mucchio Selvaggio” al miglior album di esordio di un artista o di una gruppo italiano della stagione musicale appena conclusasi) la curiosità è davvero alta.

Continue reading

Frascati, ottimi “Frammenti”

Si avvia alla conclusione l’edizione 2011 di “Frammenti”, festival artistico-musicale che fa per qualche giorno di Frascati il centro intorno a cui ruota il meglio degli eventi musicali della coda della ricca Estate Romana.
Cinque giorni ben assortiti, e un plauso senza remore all’organizzazione tutta, che ha sposato (da anni) la causa della qualità, dimostrando con capacità come si possa organizzare eventi di un certo peso pur spostandosi dal centro pulsante della vita romana. Continue reading

Ma i festival sono davvero in crisi?

Sulla crisi dei festival in Italia se ne è parlato molto in questi mesi. L’Heineken Jammin’ Festival che perde circa il 50% di pubblico, il Rototom costretto ad emigrare in Spagna, altri festival in grave crisi. Molto bello l’articolo postato su La Repubblica a riguardo. Eppure appuntamenti più piccoli, come il Rock in IdRho o concerti singoli come quello di ieri sera di Ligabue (presenti 120.000 persone) continuano ad attirare un numero cospicuo di fan.

In base a questi numeri ero molto curioso di capire come sarebbe andata questa edizione dell’Italia Wave Love Festival che dopo gli ultimi due anni a Livorno traslocava in Salento, tra la splendida Lecce e le spiagge limitrofi. Pensavo che il caldo pubblico meridionale premiasse questa scelta, invece le prime tre serate hanno visto un’affluenza assolutamente al di sotto delle aspettative. Continue reading

Bastano davvero “Soluzioni Semplici”

Quello che ho sempre apprezzato in un live di un artista non è la tecnica in sé, non sono gli arpeggi ricercati o le armonie particolari. Non è una voce alla Janis Joplin, né un riff alla Jaco Pastorius. Ogni volta presto molta attenzione alle emozioni che le band sanno trasferirmi e provo sempre a fondermi nell’anima dell’artista.

In modi assolutamente differenti Dario Brunori e Vasco Brondi ieri sera hanno conquistato il pubblico e trasmesso emozioni diverse.

Continue reading

Il nihilist suicide folk degli Spiritual Front!

A cura di Tanina Cordaro

Seduzione è la parola chiave per gli Spiritual Front. La band romana in concerto al Roma Vintage ha catturato il pubblico con le ballate noir e i suoni intimi dei brani tratti dal loro ultimo album Rotten Roma Casinò e del precedente Armageddon Gigolò.
Canzoni ombrose in pieno stile nihilist suicide folk (come loro stessi amano definirsi), suonati con furia dalla band e arricchite dallo stile e dalla personalità del frontman Simone Hellvis Salvatori.

Continue reading

Così, per caso, EilDentroEilFuori Eilbox84

Per una fortuita coincidenza, una di quelle che capitano quando non te le aspetti, il sabato prima di Pasqua ci ritroviamo a Le Mura di San Lorenzo, a gustarci un inaspettato live de EilDentrEilfuoriEilBox84, band capitolina dal fascino indiscutibile.
Sul palco in trio, il loro è uno show che diverte e conquista.
Un po’ pazzerelli, un po’ bravi per davvero, e con un nome dall’impossibile omonimia, gli Eee84 mischiano generi con una certa fascinazione per il noise rock, il progressive, il funk e i controtempi. Continue reading

Uniti si vince. Italia, Irlanda e Mardi Gras

A cura di Flavia Virtuani

“Uniti si vince sempre”…sono queste parole di Claudia Mc Dowell, la trascinante cantante di sangue irlandese dei Mardi Gras, che danno il senso a questo concerto della formazione romana.
E’ la notte di San Patrizio, patrono d’Irlanda, ma sono anche i 150 anni dell Unità d’Italia… la bandiera irlandese e quella italiana sono simili, e simile è il calore che i due popoli emanano. Continue reading

Discoverland, le cover distrutte di Pier Cortese e Bob Angelini

Una bella serata di musica quella del 21 marzo al Circolo degli Artisti.
In programma c’è la “seconda puntata” di Health Beat, progetto a cura di Code Agency ed Inocula Management il cui incasso è totalmente devoluto ad un progetto di Amref in Kenya.
Nobili intenti dunque, e solo questo (ci pare) valga per partecipare alla serata. Ancor di più, se in cartellone c’è la prima uscita pubblica del progetto Discoverland, con Roberto Angelini e Pier Cortese.
Discoverland, nel senso di distruzione di cover, così come ci avevano già spiegato nel loro intervento in radio. Continue reading

Da San sepolcro a Caterpillar: l’ascesa di The feet and tones

A cura di Ottavia Pani

In questo weekend in cui Firenze si è presentata come fucina di eventi e “nomi” non è certamente da meno il K100 Fuegos di Campi Bisenzio, sempre impegnato a proporre nuovi artisti e di qualità.
Anche questo fine settimana ci propone un concerto aperto a tutti gli appassionati di ska poiché sabato 5 marzo, al K100 sono approdati, direttamente dalla provincia più remota di Arezzo, i The feet & tones. Un gruppo che girando l’Italia sta muovendo i primi passi per diventare qualcuno e, credetemi, le carte in regola per affermarsi le ha eccome!

Continue reading