Un giro del mondo in ottanta giorni: Honeybird & the Birdies

A cura di Blaze

Ecco a voi gli Honeybirds, una piccola perla da recensire e conoscere insieme a voi.
La loro nuova fatica sonora, il loro nuovo disco realizzato in studio di registrazione, possiede un nome dissetante e pieno di sapori: “Mixing Berries“. Continue reading

Un visionario cinico e romantico.

A cura di Maicol Viale

Tra Vinicio Capossela e Giorgio Gaber, tra Manu Chao e Goran Bregovic lì si colloca Alessandro Mannarino, trentaduenne romano che dopo l’album d’esordio “Bar della rabbia” cerca d’imporsi col secondo lavoro, “Supersantos”.
L’artista, ispirandosi alla tradizione popolare dei cantastorie e dei musici di strada, ha l’esigenza di essere profondo, schietto e sincero. Un visionario cinico e romantico.
 
 Supersantos, uscito il 15 marzo, è composto da undici brani che raccontano un viaggio a piedi per le vie della città, dove si intrecciano vicende e personaggi legati ad un filo comune, quello della fine del mondo.

Uniti si vince. Italia, Irlanda e Mardi Gras

A cura di Flavia Virtuani

“Uniti si vince sempre”…sono queste parole di Claudia Mc Dowell, la trascinante cantante di sangue irlandese dei Mardi Gras, che danno il senso a questo concerto della formazione romana.
E’ la notte di San Patrizio, patrono d’Irlanda, ma sono anche i 150 anni dell Unità d’Italia… la bandiera irlandese e quella italiana sono simili, e simile è il calore che i due popoli emanano. Continue reading

Dove batte una chitarra

La chitarra battente è uno strumento della tradizione del sud Italia, in special modo cilentana e calabrese. Sensibilmente differente nella forma dalla chitarra tradizionale, si caratterizza per un suono particolare, e per la tecnica “battente” tipica di chi la suona.
La riscoperta dello strumento, unita alla necessità di ricerca sulla musica calabrese, ha portato Francesco Loccisano alla composizione di questo disco, intitolato appunto “Battente italiana”.
Un disco, si chiarisca fin da subito, che è un lavoro di qualità elevata: pregevole e tutto da scoprire. Continue reading

Rein, la vecchia storia “è finita”

Il nuovo disco dei Rein si chiama “E’ finita”.
Il riferimento è ad un mondo che non c’è più o che ci si augura non ci sarà più, anticipando già nel titolo i contenuti dell’album.  Da un punto di vista musicale però l’impressione che si ha è che tutto debba ancora cominciare.
Un disco per cui si è atteso molto, ed ora che è uscito, le cose che si possono dire sono tante.
Un disco ambizioso, con cui la band romana sembra prendere la rincorsa necessaria per poter
spiccare il salto di cui ormai sente la necessità. Continue reading

Reviews from Jamendo – INSULA DULCAMARA

A cura di Vil Trio

Gli Insula Dulcamara sono un gruppo napoletano dallo schieramento non ben definito che suona, in questo “L’Inchiostro peggiore” composto da 5 brani, un misto di musica popolare e cantautorato, su atmosfere da colonna sonora dalle tinte ogni tanto psichedeliche.
Il “pretesto”, come suggerisce la band stessa, era scrivere due brani strumentali per la colonna sonora di un documentario. Il risultato è un viaggio breve ma immaginifico nella canzone popolare, rielaborata in maniera originale ed intelligente. Continue reading

Eclettismo e creatività, nell’anno del Signore

Nell’anno del signore” dei Pentothal non è un disco realizzato per essere sentito: va ascoltato.
Richiede impegno, attenzione, sforzo interpretativo: gli arrangiamenti complessi e strutturati, senza scadere in tecnicismi muscolari, i testi nonsense, un songwriting che si fa beffe della forma-canzone, senza rifiutarla a priori. Continue reading

‘U Papadia, cuore e Salento

Accade a volte di ascoltare un disco ed avere voglia di farlo ricominciare dopo poco che si è concluso.
Di riascoltarlo nei giorni successivi, con distrazione o con attenzione, e di mantenerlo sempre come costante punto di riferimento musicale di quei giorni.
Poi succede che qualche melodia rimane in testa e la si canticchia a mezza bocca, ricordando solo alcune delle parole.
Fino a quando si è perfettamente consapevoli di essere di fronte ad un disco bello per davvero, e ad un artista di grande peso.

Signori ecco qualcuno di cui è importante non perdere le tracce.
U’ Papadia, e il suo ultimo album, “La Peronospera”. Continue reading

Rosso di jazz, per intimi ascolti

Rossi intimi ascolti è il titolo dell’album di esordio di Andrea Grossi.
Degno di nota, perché si tratta di un buon lavoro, composto da 13 brani che scorrono molto piacevolmente, soprattutto se accompagnati da un bicchiere di buon vino, rosso.
Rosso, come gli intimi ascolti che Grossi ci propone: il colore della passione e delle emozioni, di cui il disco è denso. Continue reading